Ultime NEWS
sabato 18 novembre 2017
domenica 8 giugno 2014
Orario Invernale
SS. Messe
(Ottobre/Maggio)

Feriale
ore 18.00

Pre-Festivo
ore 18.30

Festivo
ore 10.30 - ore 18.30


Orario Estivo
SS. Messe
(Giugnno/Settembre)

Feriale - PreFestivo
ore 19.00

Domenica e Festivi
ore 09.30 - ore 19.00


 






San Giovanni Paolo II:
un Papa nella storia



Newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Registra Cancella
Credits

Arcidiocesi di Brindisi - Ostuni

Giovanissimi

Giovanissimi
RISPONDERE ALL’AMORE CON AMORE SI PUO’!

Con questo motto, noi educatori e giovanissimi, abbiamo preparato e iniziato l’avventura del Campo Scuola estivo, vissuta ad Assisi dal 06-11 Agosto 2012 sui passi del grande Santo Francesco d’Assisi.
Da subito noi educatori ci siamo posti un interrogativo e un obiettivo da proporre alla riflessione e alla meditazione di tutti.
L’obiettivo che ci siamo posti era ed è: FARE GRUPPO!
L’interrogativo, invece, era: SI PUO RISPONDERE ALL’AMORE?
Abbiamo cercato di rispondere a questo interrogativo visitando i vari luoghi francescani, ma soprattutto aiutati da suore e frati che hanno spezzato per noi la Parola di Dio con canti, preghiere e balli.
Siamo partiti da Mesagne in 56 persone, 42 giovanissimi, guidati dagli educatori: Walter Vinci, Sara Villani, Riccardo Rota, Carmen Licciulli, Alfredo Carrone, Lucia Licciulli, Federica Caramia, Jennifer Chiriacò, Enrica Marra, dal parroco don Alessandro D’Agostino, dal Vicario Foraneo don Pietro De Punzio e 2 cuoche, siamo ritornati a casa in un’unica famiglia, tutti con l’obiettivo di continuare a fare gruppo nel nostro paese, nella nostra comunità parrocchiale.
Il nostro stare in terra d’Umbria ci ha visti pellegrini ad Assisi, Rivo Torto, Spello, S. Maria degli Angeli, Santa Chiara, San Damiano, Perugia, Eremo delle carceri ed ospiti presso una struttura privata a Bettona.
Sicuramente sarete curiosi di sapere come abbiamo vissuto le giornate…bene, vi raccontiamo una nostra giornata tipo.
La giornata si apriva con la preghiera del mattino, colazione e partenza per il luogo da visitare, dove ci attendeva una suora o un frate per la riflessione sul tema da noi proposto, seguiva l’attività di gruppo ed il pranzo. Nel pomeriggio si ripartiva alla volta di un altro luogo, si ritornava per cena per poi vivere momenti di gioco, canti e balli fino a tarda serata.
Ecco la nostra giornata…una giornata ricca…una giornata dove si palpitava l’amore dello stare insieme.
Un momento fondamentale e importante che ha caratterizzato il nostro campo è stata la Liturgia Penitenziale, vissuta a Santa Maria degli Angeli, presieduta dal nostro parroco e guidata dalla “grande” Suor Barbara (suora missionaria francescana). A seguire le confessioni individuali, momento intenso per tutti, la consegna del Tau ed il passaggio dalla Porziuncola dove abbiamo sperimentato l’Amore più grande di Dio verso i propri figli. Abbiamo concluso il Campo con la veglia e il mandato e la consegna del braccialetto “Ama e dillo con la vita”.
Quella del campo, è stata un esperienza straordinaria per noi educatori, per i ragazzi che ci hanno dimostrato, che ancora oggi, nonostante viviamo in una società in cui prevale la teoria “dell’usa e getta” noi giovani avvertiamo il bisogno di fari, di testimoni i quali ci parlino e ci trasmettano con la loro vita l’Amore per Dio, per la Chiesa, per i Fratelli.
Possiamo definire, ancora oggi, i giovani cuore palpitante della Chiesa del 2012…giovani capaci d’Amare con la A maiuscola.
Mi piace concludere, ed è l’augurio che faccio a tutti i giovani d’oggi, con le parole di Khalil Gibran: “Quando l’amore vi chiama, seguitelo, benché le sue vie siano faticose e ripide.
E quando le sue ali vi avvolgono, abbandonatevi a esso, quantunque la spada nascosta tra le sue piume vi possa ferire. E quand’esso vi parla, credetegli, sebbene la sua voce possa frantumare i vostri sogni come il vento del nord devasta il giardino. Poiché proprio come l’amore vi incorona, così vi crocifiggerà. Come è per la vostra crescita, così favorisce la vostra potatura. Proprio come sale fino alla vostra altezza per accarezzare i vostri più teneri rami che tremano nel sole, così esso scenderà alle vostre radici per scuoterle dov’esse sono più fortemente attaccate alla terra. […]L’amore non dà nient’altro che se stesso e non prende nulla se non da se stesso. L’amore non possiede, né vorrebbe essere posseduto, perché l’amore basta all’amore.
Quando amate non dovreste dire: “Dio è nel mio cuore”, ma piuttosto “Sono nel cuore di Dio”.
E non pensiate di poter dirigere il corso dell’amore, perché è l’amore, se vi trova degni, a dirigere il vostro corso. L’amore non ha nessun altro desiderio che quello di adempiersi.
Ora quanto abbiamo riflettuto diventa vissuto quotidiano, diventa ferialità… Amore quotidiano!
A tutti… Buon Cammino, tenendo sempre in mente che ancora oggi si può RISPONDERE ALL’AMORE CON AMORE!

Walter VINCI