Ultime NEWS
domenica 8 giugno 2014
domenica 26 gennaio 2014
Orario Invernale
SS. Messe
(Ottobre/Maggio)

Feriale
ore 18.00

Pre-Festivo
ore 18.30

Festivo
ore 10.30 - ore 18.30


Orario Estivo
SS. Messe
(Giugnno/Settembre)

Feriale - PreFestivo
ore 19.00

Domenica e Festivi
ore 09.30 - ore 19.00


 






San Giovanni Paolo II:
un Papa nella storia



Newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Registra Cancella
Credits

Arcidiocesi di Brindisi - Ostuni

Rinnovamento nello Spirito Santo

Rinnovamento nello Spirito Santo
LA PREGHIERA DI LODE

La lode è la preghiera dominante, nei gruppi carismatici. Non tanto come uno sforzo umano di rinnovamento, ma molto di più, come una manifestazione spontanea dello Spirito , come uno zampillo che sgorga dal cuore, come da una fonte. E, realmente, lo Spirito Santo è anche uno Spirito di Glorificazione: dove Lui si fa presente, si manifesta anche la sua gloria, che inebria, che avvolge, che crea clima ed atmosfera. Basta ricordare i numerosi testi della Bibbia in proposito e constateremo che, dove si ebbero manifestazioni dello Spirito, la lode e la glorificazione erano le sue manifestazioni naturali. A Pentecoste, gli apostoli e i discepoli “furono tutti pieni di Spirito santo, e iniziarono a parlare in altre lingue, come lo Spirito dava loro il potere di esprimersi” proclamando nelle varie lingue, le meraviglie di Dio (At 2,1-13).

Maria, madre del Signore, colma di Spirito Santo cantò l’impareggiabile lode: L’anima mia magnifica il Signore (il Magnificat), ancora oggi pregato o cantato centinaia di migliaia di volte, tutti i giorni nel mondo. Anche nei nostri giorni accade il medesimo fenomeno di esplosione di lode. Quando lo Spirito si effonde e si manifesta, i cuori si infiammano e lo Spirito stesso incita e porta alla lode ed alla glorificazione di Dio. Pertanto la lode, nelle riunioni di preghiera carismatiche, è più una conseguenza dell’azione dello Spirito Santo che , piuttosto, un effetto dell’impegno della mente umana. La preghiera di lode è elogiare Dio – Padre, Figlio e Spirito Santo ed applaudire e congratularsi con Dio per le sue opere meravigliose realizzate nel mondo, nell’uomo e in noi. Un giovane padre, nel guardare suo figlio, si rivolge al Signore lodandolo e ringraziandolo:Come è bello, perfetto, sano e intelligente questo mio figlio! Tu sai, Signore, che egli è opera tua! E’ un opera d’arte! Ti lodo e ti benedico per questo capolavoro che hai fatto: mio figlio! Ti ringrazio per avermi scelto come strumento efficace perché mio figlio potesse esistere. Grazie per averlo fatto mio figlio! Grazie, signore!Da questo esempio, si può vedere come la lode sia l’espressione sensibile di un cuore che riconosce le opere di Dio e le sa apprezzare: dalla lode del cuore si passa così alle espressioni verbali quali esplicitazione dei sentimenti del cuore.

I mille motivi per lodare Dio possono essere riassunti in tre gruppi:
- In primo luogo, tu lodi Dio per quello che lui è,
- poi lodi Dio per ciò che lui ha fatto e fa nel creato;
- in fine lo lodi per quanto ha fatto per te, personalmente, e per quanto continua e continuerà a fare.

La lode è una orazione potente. Quando lodi Dio per le sue qualità e opere, è come se “provocassi” nel suo cuore, tutta la potenza del suo amore manifestandosi in opere concrete e meravigliose.

La lode è una preghiera che libera. Un’altra caratteristica della lode è quella di attirare su di te la grazia del potere divino, che libera dai peccati, dai vizi, da problemi psichici, morali, di soggezione al male, da contagi maligni.

La lode genera allegria e ottimismo. Quando loderai Dio per le sue opere in genere, e, in particolare per quelle che lui ha realizzato in te, nella tua persona e nella tua vita, sorgeranno spontanei allegria e ottimismo di vivere, lavorare, servire, essere utile, impegnarsi.

La lode genera l’amore di Dio. La lode è una forma di preghiera che praticata quotidianamente, suscita, risveglia, e provoca maggiormente l’amore di Dio nel tuo cuore. La lode in Dio, ti farà sentire sempre di più innamorato ed affascinato delle sue meraviglie ed opere, che ogni giorno compie nella tua vita. Dio così entrerà al primo posto nel tuo cuore, lasciandosi amare senza paure o restrizioni.

(P. Alirio Josè Pedrini)